A forza di farcela ce la facciamo!

La testimonianza di una di noi


“Buongiorno, io desidero solo ringraziarvi per la creazione di questa pagina. Sto uscendo in questi mesi da una relazione devastante di 8 anni con quello che ho compreso essere un narcisista patologico. Ho trovato la forza di lasciarlo solo dopo la scoperta di un suo tradimento, talmente lampante che questa volta non ho potuto raccontarmi le solite stupidaggini e dirmi che io ero la visionaria e lui il santo. Leggere i vostri articoli mi ha permesso di dare una sorta di “logica” a tutto e di comprendere che il mio dolore, il mio sentirmi disorientata e confusa, sono normali e che, con pazienza e amore per se stessi, se ne può uscire. Non nego che sia difficile accettare di non essere mai stata amata da lui, anzi, probabilmente è la cosa più difficile da comprendere insieme al fatto che io creda di esserne ancora innamorata. Questa storia mi ha lasciata spremuta di ogni energia, dignità e amor proprio. Sicurezza in me stessa pari a meno di zero, lo specchio che rimandava un’immagine di me deformata. È dura ma ci sto lavorando. 8 anni di umiliazioni e manipolazioni di ogni genere non sono facili da smaltire ma oggi so che tutto questo mi è accaduto perché io potessi far luce sulle mie zone d’ombra e che lui mi ha fatto in un certo qual modo da specchio. In mezzo alle lacrime che verso ancora ogni giorno, c’è luce. Sono certa che ora che ho cominciato ad amarmi davvero, la vita mi premierà. Mi sta già premiando attraverso la forza che ho scoperto di avere dentro di me.

Tutto questo per dire GRAZIE di affrontare e fare chiarezza su un tema ancora troppo poco conosciuto.”

grazie-di-cuore-riga-unica-extra-big-270-460

Grazie di ❤ a Te per aver condiviso il tuo dolore ma anche la tua speranza e forza. Tifo per te!!! e per chiunque in questo momento stia lottando per uscire da questa spirale.

Pubblicato in testimonianze, Uncategorized | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Recupero in una relazione tossica: il metodo della Pietra Grigia

La comunicazione con un narcisista può essere terribilmente frustrante, soprattutto quando è molto importante che capiscano quello che vuoi dirgli.
Non potete immaginare quante volte mi sia sentita esasperata mentre tentavo di avere delle semplici conversazioni con narcisisti che mi mettevano in agitazione e che utilizzavano il gaslighting.

Edvard_Munch_Ashes.jpg

Edvard Munch – Ashes 1894

Spieghiamo il metodo della Pietra Grigia :
‘Loro’ diventano più spessi di un muro di cemento armato, ti fraintendono intenzionalmente in ogni sillaba, cercando di tirare fuori il peggio di te.
Ti ritrovi svuotato e senza la possibilità di spiegarti – se sei come me è ancora più frustrante perché probabilmente non hai mai avuto problemi di comunicazione con altre persone.

Intendo – onestamente, questa situazione l’ho vissuta innumerevoli volte durante conversazioni con narcisisti – che io sono una scrittrice e la comunicazione è il mio lavoro.
Un bel po’ di tempo fa ho scritto questo testo sull’unico metodo per comunicare con un narcisista, questa è la mia esperienza.
Nel testo parlavo del metodo della Pietra Grigia; volevo spiegare di cosa si tratta:

Chi ha inventato questo metodo ?
Per quanto conosco e’ stato introdotto da una persona chiamata Skylar in un testo del 2012.
In parte, il metodo della Pietra Grigia consiste primariamente nel far perdere al narcisista ogni interesse nei tuoi confronti.

In che modo il metodo della Pietra Grigia è diverso dalla regola del No Contact? Skylar dice che la differenza sta nel fatto che “non si cerca di evitare apertamente il contatto con l’individuo disturbato”.

Al contrario, dice Skylar, “il contatto è permesso ma dando solo risposte noiose, monotone, in modo che la persona mentalmente disagiata possa rivolgersi altrove per soddisfare e gratificare il suo bisogno di dramma”.
Skylar aggiunge: “Si potrebbe dire che la Pietra Grigia è un modo per rompere con uno psicopatico usando la vecchia scusa ‘Non sei tu, sono io’ tranne che la si mette in atto invece di dirla e lo psicopatico giunge a quella conclusione da solo.”

Perché il metodo della Pietra Grigia funziona?
Secondo Skylar “Ci sono pietre grigie e ciottoli ovunque si vada, ma non si notano mai. Nessuno di loro attrae la vostra attenzione. Non ci si ricorda di nessuna pietra in particolare, vista oggi, perchè si mimetizzano con lo scenario. Questo è il tipo di noia che dovete utilizzare quando avete a che fare con uno psicopatico. Il vostro personaggio noioso vi fornirà la maschera e lo psicopatico non noterà nemmeno che eravate là. Questo metodo colpisce direttamente al cuore delle motivazioni dello psicopatico: evitare la noia.

Quali sono le componenti più importanti per un uso efficace del “Metodo Pietra Grigia”?
– Regola numero uno: quando hai intenzione di mettere in pratica il metodo della Pietra Grigia innanzitutto non rivelarlo mai al narcisista . Qualora lo facessi lui senz’altro troverebbe il modo di rigirarlo contro di te;
Mai fare domande al narcisista e non dare alcun tipo di risposta impegnativa, limitati a dire cose tipo : hmm o mhmm – rimani evasiv@;
– Se possibile, parla solo di argomenti “leggeri”, tipo le notizie, i media, la moda, cucina etc. Nulla che tratti argomenti personali , neanche se il narcisista dovesse implorarti;
Prova a distrarti durante la conversazione col narcisista, in modo da non guardarlo negli occhi per tutto il tempo. Tieniti occupata in modo semplice tipo scarabocchiare su un foglio, controllare i tuoi messaggi sul cellulare, o addirittura in modo più impegnativo tipo fare la maglia o portare avanti un documento di lavoro.
Focalizzandoti di più sulla tua attività non verrai influenzata direttamente dai tentativi di manipolazione del narcisista durante la vostra conversazione.

– E’ molto importante che durante quest’attività tu tenga impegnata la mente nel gioco non permettendo al narcisista di entrare nella tua testa .
I narcisisti sono esperti nel creare i sensi di colpa e non provano nessuno scrupolo nel farti star male o a disagio allorché tu provassi a giustificarti o a difendere le tue intenzioni – non cadere nella trappola.

la-trappola-di-magnus-3

Cos’altro dovrei tenere a mente prima di provare la tecnica della Pietra grigia?
Una cosa importante da sapere sulla tecnica del Pietra Grigia è che ad un certo livello può diventare pericolosa per la tua psiche – e questo accade quando inizi ad avere sintomi di dissociazione.
Molte persone non si accorgono che queste due cose sono connesse, ecco cosa accade.

Quando impari ad usare questa tecnica e scopri quanto possa essere efficace ogni volta che hai a che fare con un narcisista, potresti scoprire anche che si tratta di un ottimo strumento per affrontare TUTTO CIÒ che al momento è problematico nella tua vita.

Il problema di tutto questo sta nel fatto che inizi veramente a smettere di interessarti o di preoccuparti o di avere a cuore qualcosa – e la capacità di percepire ed essere in contatto con le tue emozioni diminuisce. È un problema di una certa entità questo, perché non smetti solo di provare dolore o ansia – smetti anche di sentire le emozioni positive.

Se pensi di avere sintomi dissociativi, è arrivato il momento di prendere ulteriori provvedimenti per affrontare il narcisista – puoi iniziare qui, con questa pagina.
Ora è il tuo turno – hai mai usato la tecnica della Pietra Grigia? Come ha funzionato per te e che consigli daresti a chi la sta provando per la prima volta? Condividi i tuoi pensieri e le tue esperienze nei commenti.

 


Un grazie di ❤ per l’amorevole lavoro di traduzione.
In particolare a Susie Wong e ad Ivana Cariola.
L’articolo è di  Angela Atkinson e la fonte: http://queenbeeing.com/toxic-relationship-recovery-using-gray-rock-method-safely/

 

 

Pubblicato in traduzione, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , | 2 commenti

Il metodo della Pietra Grigia

Questo metodo di contromanipolazione  può risultare estremamente utile per chi non ha la possibilità di praticare il no-contact, magari a causa dei figli o di impegni di lavoro in comune.

Traduco da un blog spagnolo (“sobreviviendoapsicopatasynarcisistas
Hay vida luego de una relación con un vampiro emocional) un pezzo di articolo dove viene spiegato semplicemente come attuare questa difesa da psicopatici o narcisisti.

outdoor-essentials-faux-boulder-rock-grey-large

“Il metodo della Pietra Grigia (Grey rock) si basa sulla conoscenza della personalità narcisista e psicopatica. Questi non provano emozioni e quindi non godono di una ricca vita interiore. Da soli si annoiano mortalmente. E’ per questo che hanno bisogno di creare situazioni ad alto contenuto drammatico per riuscire ad ottenere stimoli costanti, utilizzando l’inganno e la manipolazione. Amano che si risponda alle loro provocazioni e bugie. Hanno bisogno di sentire che riescono a destabilizzare l’altr@. L’idea di questa strategia è trasformarsi in una persona estremamente annoiata e grigia.

Non rispondere agli insulti ed alle provocazioni, non raccontare mai niente di niente, usare solo parole e frasi minime e neutre. Nella misura in cui si renderà conto che con te si annoia e non otterrà quelle situazioni estreme e dolorose, cercherà una preda più interessante.

Quando si hanno figli insieme si deve cercare di distogliere l’attenzione spostandola sui problemi domestici di poco conto come gli orari scolastici o problemi con l’idraulico.
Mai mostrare i problemi che più ti preoccupano dei bambini (per esempio non raccontare che hanno incubi o insicurezze con il gruppo di amici: utilizzerà queste informazioni per manipolarli, probabilmente contro di te).
Fondamentalmente il metodo della pietra grigia è una specie di “reazione zero”.

 

———————————————————————

fonte: https://sobreviviendoapsicopatasynarcisistas.wordpress.com/tag/metodo-de-piedra-gris/

 

 

Pubblicato in traduzione, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , | 2 commenti

11 modi in cui il narcisista usa la vergogna per controllare.

educazione3


Piccolo inciso: Se volete copiare questo articolo includete la fonte e NON spacciatelo per un vostro lavoro. GRAZIE!

Una debolezza della persona narcisista è odiare profondamente il  sentirsi in imbarazzo.  Non c’è niente di peggio che qualcuno sottolinei anche un suo minimo difetto. Ironia della sorte, il narcisista non ha alcun problema nel sottolineare apertamente i difetti altrui.

Questo modo di far vergognare gli altri permette a loro di sentirsi superiori, riducendo al minimo l’impatto che l’altra persona potrebbe avere. Può essere utilizzato anche per screditare ogni futuro commento che l’altra persona potrebbe usare per mettere in imbarazzo il/la narcisista. In sostanza, sta combattendo per arrivare a sferzare il primo pugno.

Per evitare un eventuale primo colpo, la persona narcisista ha bisogno di capire chi ha di fronte.
Qui ci sono 11 modi in cui il/la narcisista utilizza la vergogna per controllare gli altri:

  1. Revisionismo Storico. Un narcisista parlerà di qualcun altro e ne racconterà la storia aggiungendo i propri personalissimi tocchi per metterlo sottilmente in cattiva luce. Può capitare sia in privato che in pubblico, davanti ad un uditorio. E’ una cosa che solitamente accade quando la persona di cui si sta parlando ha raggiunto un traguardo importante oppure ottenuto dei riconoscimenti. Il narcisista darà ad intendere che il suo obiettivo è di non ‘far montare la testa’ all’altra persona, di salvaguardarne l’umiltà, mentre in realtà sta tentando di umiliarla.”
  2. Rottura della fiducia. I narcisisti amano raccogliere informazioni su una persona e conservarle per abusarne in un secondo tempo. Usano il loro fascino per indurre una persona condividere le confidenze, specialmente quelle che hanno causato un qualche imbarazzo. Una volta raccolte il narcisista le usa per mantenere l’altra persona sotto controllo e costantemente preoccupata su quando l’informazione salterà fuori.
  3. Esagerazione degli errori. Nessuno è perfetto, tranne il narcisista. Il narcisista è molto bravo a identificare i difetti degli altri e ancora meglio ad aggredire passivamente commentando su di loro. Si tratta di un modo per mettere l’altra persona ‘al loro posto’. Quando vengono affrontati spesso dicono, “Stavo solo scherzando”, o quella persona “non sa stare allo scherzo.”
  4. La carta della vittima. I narcisisti hanno talento nell’esasperare gli altri e quindi utilizzando la loro reazione come giustificazione per diventare la vera vittima. Indipendentemente da quanto duramente il narcisista abbia provocato l’altra persona, la reazione rabbiosa alla provocazione è vista come una vergogna.
    L’altra persona, che di solito si sente male per la sua reazione, permette al narcisista di giocare la carta della vittima, e cede così al controllo del narcisista
  5. Slittamento della colpa. Quando qualcosa va male il narcisista sposta la colpa sull’altro, scaricando su di lui tutte le responsabilità.
  6. Linguaggio infantile. In ogni relazione narcisistica, il narcisista si sente la persona ‘matura’ della situazione, e tratta l’altro come l’immaturo che deve crescere. In genere è l’altra persona ad essere davvero più matura.
  7. I sensi di colpa religiosi. Senza essere davvero credente di qualsivoglia religione, il narcisista può fare appello ai dogmi religiosi dell’altra persona utilizzandoli come scusa per ogni suo tipo di comportamento, arrivando addirittura a dire “Dio mi ha detto che e’ necessario che tu….”
  8. Gioco offensivo. Il narcisista attaccherà personalmente l’altro per farlo mettere sulla difensiva. A quel punto il narcisista punterà il dito dicendo: “Guarda come sei sulla difensiva, evidentemente hai fatto qualcosa di sbagliato”. Questo è lo scacco matto che metterà l’altro fuori pista incapace di reagire.
  9. Parlare sopra. Parlare in modo sofisticato invece di usare un linguaggio semplice (linguaggio familiare). Il narcisista cercherà di usare un linguaggio che sia superiore al livello di conoscenza dell’altra persona. Anche se l’altra persona è più intelligente il narcisista userà circonlocuzioni e mantenendo un’aria autorevole per costringere l’altra persona ad assumere una posizione psicologicamente inferiore. Essi useranno un vocabolario sofisticato, assumendo una postura fisica tale da poter guadare l’altra persona dall’alto in basso, con aria di superiorità. Si ornerà di dettagli per nascondere il vero fine che è quello di far vergognare l’altra persona facendola sentire inferiore.
  10. Paragonare i successi. Qualsiasi cosa l’altra persona abbia realizzato, il narcisista lo ha fatto meglio e in modo più efficiente. Superando i risultati dell’altra persona, il narcisista ne minimizza il successo paragonandolo al suo. Ciò produce una sensazione di “Non sarò mai abbastanza” nell’altra persona.
  11. Prima impressione. Un narcisista è molto consapevole del suo aspetto e di come egli appare agli occhi degli altri. Frequentemente i narcisisti indossano abiti firmati e sono perfettamente curati. Non un capello fuori posto. Ciò non viene fatto solamente per piacere a loro stessi ma piuttosto il loro aspetto perfetto viene usato con l’intento di sminuire gli altri. Commenti come “Non hanno cura di se stessi”o “Non ci vuole molto sforzo per apparire un po’ meglio” sono tipici dei narcisisti.3c-gatto-e-volpeQuando una persona può vedere che un pugno la sta colpendo diventa più facile schivarlo. Resistete alla tentazione di attaccare per primi un narcisista poiché ciò causerà solamente un intensificarsi della sua reazione. E’ molto meglio invece sviarli e distrarli per evitare di diventare il loro obiettivo.

 

 

 


Un ringraziamento di ❤ alle traduttrici di quest’articolo, tra cui Germana Carlino ed Evelina Toniolo

L’articolo  è di Christine Hammond (la pluripremiata autrice di “The Exhausted Woman’s Handbook” disponibile su  Amazon, Barnes & Noble and iBooks.)
fonte: https://pro.psychcentral.com/exhausted-woman/2016/05/11-ways-narcissists-use-shame-to-control/

Pubblicato in traduzione, Uncategorized | Contrassegnato , , , , | 4 commenti

“IL TELAIO”

Non è vero:
Finché morte non ci separi.
La morte non separa.
E la vita non unisce
Per definizione.
Etichettare appiattisce
Fino alla bidimensione

Non è vero che il tempo
Cura tutto:
Ci sono sofferenze
Incurabili
Che si ripresentano ciclicamente
alla coscienza
Febbri malariche,
Pezzi di legno che affiorano
Imprevedibilmente
Dopo l’affondamento.

Non è vero che tutto è relativo:
Se fai del male o subisci un male
Ciò ha un valore assoluto
Un’infinità di carbonio 14
Che ci mette ère a decadere
E pesa più della buona volontà
Dell’ottima fede
E di tutti i non pensavo
Non credevo
Non sapevo.

L’universo si smaglia

Perché il male tira i fili
Mentre il bene
Si ostina a tessere.

Anna Segre

pag23_4

 

Pubblicato in poesia, Uncategorized, Vitamina per l'Anima | Lascia un commento

Postare articoli di altre persone sulla propria pagina senza citarne la fonte a casa mia si chiama FURTO.

stop_ai_furti.jpg

Postare articoli di altre persone sulla propria pagina senza citarne la fonte a casa mia si chiama FURTO.

 

 

Pubblicato in mumble mumble, Uncategorized | Contrassegnato , | Lascia un commento

Facciamoci un regalo più spesso!

chi combatte questa guerra sa bene che non finirà lasciando la compagnia di una persona NP. Lasciando la compagnia di vampirla vari si ricomincia a vivere, si esce dalla compulsione mentale dell’altr* ma non dalle impronte lasciate nella nostra infanzia.
Noi non dobbiamo MAI fare paragoni con altre persone. Quando tutt* costruivano il loro futuro noi eravamo impegnat* a sopravvivere. Riaccendere la fiamma e mantenerla accesa è la nostra grande sfida. aiutiamoci l’un l’altr* come possiamo. Quando siamo in forze offriamo una mano, quando barcolliamo chiediamo una mano… quando tira troppo vento o la tempesta è forte accucciamoci e aspettiamo che passi.. riprenderemo poi a camminare.

Buona strada a tutt*

gambe,-cammino-163968.jpg

Pubblicato in Uncategorized | 2 commenti