Miserabili

Pubblico le parole di questa lettrice, figlie di un dolore fortunatamente elaborato e trasformato.

116343362_777182799721890_1425506819766000643_n.jpg

“È passato più di un anno dalla mia decisione categorica di attuare il no contact e oggi…. …oggi mentre attendevo alla fermata il mio bus per andare al lavoro, ho visto un miserabile, solo, nella città semideserta a fine luglio.

Mi ha vista… è stato orribile… lui ha rallentato per guardare, non se lo aspettava… tentava di capire se ero proprio io. Io ho tenuto il telefono incollato all’orecchio col terrore che si avvicinasse… e sono scesa dal marciapiede sperando che il bus arrivasse.

La mia, se pur inutile, vendetta che si fonde col pensiero che tante volte ha attraversato la mia mente. Come avrebbe pagato? Come avrebbe scontato quello che mi ha fatto, per l’illusione che mi ha distrutto l’anima, per la svalutazione sempre più violenta, per la mania del controllo che è diventata manipolazione, per l’odio verso il mio amore, per il non amore… era tutto un film nella mia testa.

Ma lui ha pagato, è tornato il miserabile che era… che è sempre stato.

Non ha accettato il mio amore perché conosce il vuoto che ha dentro e che ha vinto su di lui. Vi assicuro che non guariscono questi esseri, ma io si posso trovare me stessa grazie a questa disfatta.

Lo auguro ad ognuna di voi. Cerchiamo il nostro talento uscendo dallo schema della nostra ferita che ci fa sprecare tanto amore per dei… miserabili.”

.

.

.

—————————————————————————————————————————————-

Se questo blog per te è fonte di crescita ed evoluzione

sostienilo con una donazione

sostienici!

 

Questa voce è stata pubblicata in testimonianze, Uncategorized e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...