Commettono crimini nei confronti delle persone, perché uccidono l’anima

Sono super contenta di condividere ancora una volta le parole di una donna coraggiosa, che guarda la sua vita, i suoi sbagli e va avanti.
In questi giorni ho ricevuto tantissime testimonianze, quelle che danno troppo risalto alle dinamiche malate preferisco non pubblicarle.
Le nefandezze che vengono fuori sono notiziacce da cronaca nera che abbassano la vibrazione anche di chi legge.
Così come non ho mai pubblicato immagini violente evito di pubblicare descrizioni o vissuti violenti, non per ipocrisia ma per il gusto di dare spazio ed alimentare il meglio, il meglio di ciò che c’è o il meglio di ciò che potrebbe esserci.

Lascio ora spazio alle parole di questa donna:

“Buongiorno, vorrei lasciare un messaggio in forma anonima, perché so che il narciso in questione controlla le pagine che lo riguardano come gran protagonista del dolore. Hanno nutrimento e spunti razionali su come schivare colpi alla loro misera verità e/o idee di nuove forme di nutrimento verso prede future o archiviate momentaneamente. Personalmente non voglio dargli la mia piccola soddisfazione. La vostra pagina resta per me un aiuto prezioso, un grande specchio dove vedermi e dove comprendere ciò che umanamente è difficile da accettare. La crudeltà gratuita, la strutturazione del nulla.
La gestione della rabbia di una vittima consapevole della sua ferita, è uno sforzo disumano. Va accolta, accettata e nel tempo fatta fluire. Così come il dolore che nasce dalla consapevolezza di sentirsi stupidi per essersi affidati. L’amore dato resta per la vittima vero e sincero. Duro accettare che questo amore (vero solo per la vittima) si basa a sua volta su una grande fragilità: il volere assere amati semplicemente per ciò che si è.
Le vittime quasi sempre sono persone che nascondono abusi lontani e mendicano amore, in primis verso se stesse. È la cosa più difficile da accogliere. Essersi affidati totalmente, aver dato speranza, coraggio e amore a qualcuno e soprattutto a qualcosa che non esiste è una vera e propria scissione interiore. Francamente non mi consola sapere se all’origine questi criminali abbiano subito traumi o semplicemente ci siano nati, questo è un lavoro che difficilmente svilupperanno in analisi. Commettono crimini nei confronti delle persone, perché uccidono l’anima e ritengo che andrebbero perseguiti, non solo con denunce per ciò che sono nella maggioranza dei casi: stalker, ma con azioni vere e proprie di risarcimento per danno morale alla persona.
Le vittime con più forza riescono (con spese economiche in psicoterapia) a mettersi in discussione e a comprendere la loro profonda e antica ferita che le fa agganciare a questi sociopatici; ma molti soccombono nella paura di amare nuovamente, nella fiducia verso il prossimo…
Io ho iniziato da poco il percorso di risanamento, ho chiuso a gennaio, il no contact e la pandemia mi isolano e proteggono da espormi a nuovi soprusi e illusioni dolorose… il cammino sarà lungo, ma mi complimento con me stessa, perché sono riuscita a vederlo e a scartarlo definitivamente.

iu-2.jpeg

Questa voce è stata pubblicata in esperienze, testimonianze, Uncategorized e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Commettono crimini nei confronti delle persone, perché uccidono l’anima

  1. Laura Gmail ha detto:

    Buonasera Leggendo quello che avete pubblicato nel vostro sito, ho trovato spiegazione a molte delle cose che mi sono capitate negli ultimi due anni, cose alle quali non riuscivo a fare una spiegazione a trovare un perché. Cosa avevo fatto di male per ricevere un trattamento simile dopo 19 anni????. Avevo rispettato mio marito per 19 anni comportandomi da moglie, compagna, amica e amante, dandogli tutto senza pretendere troppo. Ero stata una persona attenta tanto da accorgermi subito del suo cambio di modalità, e da cercare di capirlo, supportarlo credergli nonostante le bugie, le svalutazioni continue, l’indifferenza che mi riservava, le accuse di pazzia!! Peccato che pazza non ero e le conferme sono poi arrivate…. ma neppure l’evidenza gli ha permesso di fare l’esame di coscienza. Ma quello che più mi lascia l’amaro in bocca è che alla fine quando ho deciso di uscire da questo incubo …. mi sono resa conto che nessuno ti tutela, a maggior ragione in caso di divorzio e se ci sono dei figli, nessuno tutela i figli da genitori così ….. siamo tutti soli a combattere contro questi mostri. È difficile …. il narcisista vuole vincere a tutti i costi … ed è disposto a passare sopra a tutto e tutti, figli compresi come un carroarmato, fregandosene dei sentimenti altrui o di rovinare il futuro e la stabilità dei bambini. I narcisisti sono le zecche dell’anima, ti si attaccano addosso, la succhiano e poi quando hanno finito passano ad un’altra vittima …… amiche, amanti o addirittura figli …. l’importante è che che il loro ego sia sempre appagato.

    >

    Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...