Come individuare un narcisista on line

Come emerge dagli studi su come riconoscere un narcisista online i narcisisti postano più contenuti di autopromozione sui social media, ma non è sempre facile comprendere se la motivazione è esclusivamente la ricerca di attenzione.
È invece abbastanza semplice capire il perché Internet per i narcisisti può essere una bella grotta in cui annidarsi.
Grotta-di-Campo-Braca-I-laghi-verso-il-fondoIn genere, loro preferiscono relazioni superficiali (idealmente a senso unico in cui sono sempre loro al centro di tutto) e hanno bisogno di fonti esterne per mantenere il loro ego smisurato e al contempo fragile. Quindi la grotta deve essere abbastanza accogliente per far entrare le persone senza però dare loro possibilità di uscirne agevolmente. Internet offre sia un’audience potenzialmente vasta che la possibilità di anonimato e, se non anonimato, una parvenza di sé ben curata cui associare il proprio nome.

Nel 1987 le psicologhe Hazel Markus e Paula Nurius affermarono che una persona ha due sé: il sé attuale e il sé possibile. Internet consente di diventare il “sé possibile”, o perlomeno di presentare una versione di sé quanto più vicina al sé possibile.
Nell’ambito degli studi sul narcisismo online – e ce ne sono molti – i social media sono il tema dominante. Uno studio del 2010 rileva che l’affermazione del sé possibile “è più pronunciato nei mondi anonimi online, che sono svuotati di responsabilità, in cui il “vero” sé può quindi uscire allo scoperto.” Ma i social network non anonimi, come Facebook, che è l’oggetto di questo studio, “rappresentano l’ambiente ideale per esprimere il sé possibile sperato, un sottogruppo del sé possibile. Questo stato enfatizza realistiche identità socialmente ambite che una persona vorrebbe realizzare se si trovasse nelle circostanze giuste.”

Questo studio, in cui si rileva che i soggetti con forti tratti narcisistici sono più attivi su Facebook, evidenzia che sui social network ci si imbatte più frequentemente in “dichiarazioni di identità” rispetto alla vita reale. Infatti, quando ci viene presentato qualcuno di persona, è abbastanza improbabile che il nostro interlocutore esordisca con una succinta battuta ad effetto in grado di sintetizzare la sua essenza e le sue aspirazioni, cosa che invece avviene regolarmente su Twitter, nella sezione biografia, o su Facebook, nella sezione “Informazioni”.

facebook-twitter-video-ads-9988-U110082030183853-U1100820301838JMI-990x556@LaStampa.itLa scienza ha collegato il narcisismo con alti livelli di attività su Facebook, Twitter e Myspace (tempo fa). Ma è importante restringere ulteriormente e distinguere in quali tipi di attività i narcisisti sono impegnati, poiché passare ore a scorrere i propri new feed (riepilogo dei contenuti web aggiornato regolarmente), sebbene sia una perdita di tempo, non è esattamente egocentrico. Le persone postano online per ragioni differenti.
Per esempio, Twitter è stato messo in evidenza per soddisfare a volte un bisogno di connettersi con altri. Il problema nel determinare ciò che è normale e ciò che è narcisismo è che entrambi i gruppi di persone in genere hanno lo stesso comportamento online, hanno solo motivi differenti per farlo.

Uno studio recente pubblicato in Computers in Human Behavior si interrogava su come e perché i narcisisti usassero i social media, osservando sia gli studenti universitari sia persone più adulte. I ricercatori hanno calcolato ogni quanto le persone twittano o aggiornano il loro stato su Facebook, ma anche perché, chiedendo loro se erano d’accordo con affermazioni come: “ è importante che i miei followers mi ammirino” e “E’ importante che il mio profilo faccia desiderare agli altri di essere mio amico”.

In generale, l’utilizzo di Twitter era più legato al narcisismo, ma Shaun W. Davenport , capo ricercatore e presidente amministrativo alla High Point University,  mette in evidenza che  c’è una differenza chiave tra le generazioni. I narcisisti più grandi di età erano più propensi ad utilizzare Facebook, mentre quelli più giovani erano più attivi su Twitter. “Per gli adulti che non sono cresciuti usando Facebook, ci vogliono più motivazioni ad usarlo, ad esempio il narcisismo”. “Facebook esisteva già mentre la generazione più giovane cresceva ed essi lo vedono più come un mezzo per comunicare, “ dice Davenport. “Essi lo utilizzano come le altre generazioni usano il telefono …”. “Mentre su Facebook, la relazione di amicizia è reciproca, tu non devi seguire qualcuno su Twitter che segue te (anche se sarebbe gentile farlo, se sei quel tipo di persona che considera Twitter più come una elegante sala da tè, e non un luogo senza regole e scrupoli, come il Wild west o un Chuck and Cheese –fast food). Non è un cercare amici ma ottenere l’attenzione su di sé, il metodo primario per attirare follower  su Twitter è … twittare, il che spiega in parte la correlazione tra il numero dei tweet e il narcisismo.

Ovviamente, c’è qualcosa da dire a proposito della qualità sulla quantità, basti guardare a @onetweettony e ai suoi oltre 2000 seguaci; e si potrebbe pensare che, anche se si raccolgono un sacco di seguaci attraverso un’enorme quantità di argomenti emessi, alla fine qualcuno potrebbe stancarsi della costante presenza del tuo volto sulla loro schermata e lasciarti.
 W.k Campbell, capo della facoltà di psicologia alla Georgia University e autore del The Narcissism Epidemic: Living in the Age of Entitlement, dice che le persone attualmente non si sforzano di rimuovere dagli amici o non seguire più qualcuno, e questo sta succedendo spesso.
“Quello che trovi nella vita reale con i narcisisti è che sono molto bravi a farsi degli amici e a diventare dei leader ma, alla fine, le persone vedono veramente come sono e smettono di frequentarli” egli dice “sul web le persone sono veramente brave a instaurare relazioni, ma non a crearle in modo più naturale. Se tu sei incredibilmente noioso, gli altri ti ignorano e anche questo può essere un prezzo da pagare per il valore dell’intrattenimento. C’è un motivo per cui, se ai reality TV esiste un alto livello di narcisismo: è divertente. Intrattiene.”
Esattamente come le star dei TV-reality, i narcisisti curano la propria immagine. Hanno delle preferenze per le fotografie da postare su Facebook, ma Campbell chiarisce che è la tipologia di foto quella che conta: i narcisisti tendono a scegliere le foto più attraenti e che catturano l’attenzione. In un altro studio del 2011, gli adolescenti narcisi hanno valutato le proprie immagini del profilo come ‘più attraenti fisicamente,più alla moda,più glamour, e più ‘fresca’ rispetto a quelle dei coetanei meno narcisisti di loro.

wall2-1440x900Tuttavia, anche se il social media (riferito a fb) è un evidente – e così discusso! – roccaforte di narcisismo, nei giochi di ruolo online, tra cui il più famoso, world of Warcraft, si è potuto dimostrare come i giocatori abbiano, anche, una certa tendenza al narcisismo. Infatti uno studio su 1741 giocatori Coreani Online ha mostrato che i narcisisti sono più dipendenti  dal gioco rispetto ai non narcisisti. I concreti obiettivi e le ricompense che i giochi di ruolo online offrono, consente ai giocatori di raccogliere prestigio. “Così come giochi, il tuo personaggio avanza guadagnando punti esperienza, ‘salendo’ da un livello a un altro mentre si collezionano oggetti di valore e armi e diventando sempre più forte e più ricco” si legge nello studio: “In questa impostazione sociale, i giocatori più meritevoli ricevono la riconoscenza e l’attenzione degli altri, e guadagnano potere e status.”

E se proprio questo potere arriva tramite la violenza, ancora meglio. Il Narcisismo infatti è stato collegato all’aggressività, altro motivo del ricorso ai giochi. Fuori dal gioco online, in modalità ‘offline’, i narcisisti sono spesso dei prepotenti; tuttavia, i tentativi di collegare il narcisismo al cyberbullismo ha portato ad un solo e clamoroso ‘forse’.

 “L’autostima dei narcisisti è tanto grande quanto fragile così, quando vengono attaccati, la loro autostima crolla in modo drammatico” sostiene Davenport. “Hanno bisogno di più vittorie per combattere quelle perdite….. così le vittorie che ottengono in quel mondo (virtuale) possono rilanciare la loro autostima”.
Le persone possono notare quando state tentando di alimentare la vostra autostima tramite la vostra presenza online. In uno studio del 2008, i partecipanti dovevano valutare le pagine FB (già accuratamente codificate dai ricercatori) per 37 diversi tratti della personalità. Ai titolari delle pagine FB era già stato somministrato il test NPI (Narcissistic Personality Inventory), e quando era la i valutatori se ne accorgevano.
Campbell, uno dei ricercatori di questo studio, ora dice : “Lo si può scoprire, ma non è perfetto”. “E’ un po’ come radersi utilizzando il finestrino dell’auto, si può fare, ma non è perfetto”.
Tuttavia, secondo Davenport,  l’accusa che la generazione Y, o – usando il termine che preferisco di meno – Millenials, è la generazione più narcisista è già stata confermata dai dati, si chiede se è meno un problema generazionale piuttosto che un cambiamento generale della nostra società.
“Una parte è che questo comportamento lo si vede di più su Facebook e Twitter, e una parte è che la nostra società sta diventando più tollerante nei confronti del comportamento narcisistico” dice Davenport. ” Mi chiedo se ad un certo punto ci sarà un inversione di tendenza. Poiché si iniziano a vedere più cose pubblicate su ‘La generazione Y è più narcisistica? Che significato ha per il posto di lavoro? etc. Tutte queste domande stanno diventando oggetto di conversazioni comuni.”
selfie-obama-289368Alla domanda se la nostra società si sta muovendo verso una direzione più narcisistica, Campell ha risposto: Il presidente Obama si è fatto un selfie al funerale di Mandela. Selfie è stata la parola dell’anno nel 2013. Quindi si, questa “roba” è sempre più accettata.
I luoghi di ritrovo online preferiti dai narcisisti sono cambiati, stanno cambiando e cambieranno e i ricercatori stanno cercando di tenersi al passo.
Ciò che è chiaro è che i narcisisti andranno dove riusciranno ad avere audience. Ci potrà essere un ritardo generazionale nell’utilizzare certi strumenti, potrebbe essere più difficile individuarli poiché tutti stiamo diventando più ossessionati da noi stessi, chi lo sa. Ma dato che la strada del progresso tecnologico va avanti, i narcisisti la seguiranno.
“Se c’è un’opportunità di essere in forma, ottenere attenzione, apparire affascinanti e raccogliere seguaci, i narcisisti ne saranno attratti” dice Campbell “non importa se si tratta di politica, media o social media”.

———————————————————————————————————————————–

Un grazie di ❤ per l’amorevole lavoro di traduzione dall’inglese all’italiano di Ivana CARIOLA, Monica GENNARI, Elisa MAESTRONE e Lucia MONTAGNANO.
articolo di Julie Beck
Fonte: https://www.theatlantic.com/health/archive/2014/01/how-to-spot-a-narcissist-online/283099/
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in traduzione, Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Come individuare un narcisista on line

  1. rosasolito ha detto:

    E quindi il materialismo avanza grazie ai narcisisti? Che brutta roba……spero si renderanno conto e comincino ad autoanalizzarsi presto. Interessante quanto scrivete,non avevo mai approfondito la questione fino a quando non me lo sono trovato davanti e non è un bel fiore. Certo sarebbe bello riuscire a curarli ma se non sono disponibili,l’unica cosa da fare è allontanarli.

    Liked by 1 persona

  2. artedellabirinto ha detto:

    Bel post, e bel blog in generale. Sono molto d’accordo con questa frase:
    “I luoghi di ritrovo online preferiti dai narcisisti sono cambiati, stanno cambiando e cambieranno e i ricercatori stanno cercando di tenersi al passo.”
    Personalmente ho conosciuto almeno 50 narcisisti in un unico forum (molto grande) per parlare di luoghi di ritrovo…. comunque ho notato che tendono a restare nei luoghi dove hanno accumulato un potere che vanno considerando come “sacro” passatemi l’espressione e fanno di tutto affinché tale potere non gli venga sottratto. Ma questo si sa. Per quanto riguarda le immagini anche mi trovo d’accordo, è “la ricerca della perfezione” o meglio la ricerca dell’immagine che attiri l’osservatore su cui perdono tempo e si contorcono mentalmente. Penso anche io che sarà un crescendo questo del narcisismo visto che gli strumento per l’auto esaltazione di se sono così diffusi, sta a chi è persona equilibrata che ama se stessa non cadere nelle false lusinghe di corpi senza anima quali sono quelli di questi soggetti.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...