Il padre narcisista prima e dopo il divorzio

“Dopo il divorzio, tuo figlio sarà riconsiderato dal padre Narcisista almeno fino a quando inizierà a crescere e a prendere le distanze. Preparatevi, perché quando il giovane prenderà le distanze, il padre adotterà reazioni nei confronti del figlio che gli potranno causare estremo dolore. Non c’è niente che metta ko un Narcisista più dell’essere svalutato ed ignorato.”

Padre-castigando-a-su-hijo


Cosa succede ai bimbi cresciuti con un padre Narcisista durante e dopo il divorzio?

Questa è una considerazione importante perché, dopo che ti sei lasciata alle spalle il Narcisista e ripresa dal dolore, tuo figlio invece, continuerà ad interagire con lui.
Non è un quadro confortante. Il genitore sano, che riconosce il Narcisista e sa cosa aspettarsi da lui, fornendo utili consigli al figlio, contribuirà a diminuire il dolore che diversamente colpirebbe tutti i membri della famiglia.

Definizione di Narcisista:
il termine Narcisista ha origine da Narciso che, nella mitologia greca, s’innamorò della propria immagine riflessa nell’acqua. Oggi, il termine è usato per descrivere una persona caratterizzata da egocentrismo, vanità, orgoglio ed egoismo (fonte: Wikipedia). Spesso definiti con l’abbreviazione “Narc”. Se non sei sicura del tipo di personalità del tuo ex, leggi questo articolo di Madri Divorziate ed esaminalo. Anche le md possono essere N, ma in questo post focalizzerò l’attenzione sui padri.
La situazione è comunque molto simile, ed i sintomi e consigli possono essere utili ed applicati anche in casi di madri narcisiste.

I Segnali che indicano che il padre di tuo figlio è una persona narcisista:
– ha un’esagerata considerazione di sé.
– ha la tendenza ad esagerare i suoi talenti.
– ha un eccessivo bisogno di ammirazione da parte degli altri.
– prova eccessiva invidia per gli altri.
– crede costantemente di essere oggetto di invidia da parte degli altri.
– compiace moltissimo.
– ha un’importante carenza di empatia.
– è sempre in una posizione di diritto e questo lo applica anche nelle relazioni interpersonali.
– le apparenze contano molto per lui.

La Fonte di Nutrimento del Narcisista:
il Nutrimento del Narcisista sono le persone che lo circondano; lo aiutano ad essere al centro dell’attenzione e riflettono l’importanza che lui da a se stesso. Le fonti di nutrimento del Narcisista sono solitamente i membri della famiglia, il coniuge, i colleghi (soprattutto quelli con un atteggiamento dimesso) e gli amici. La caratteristica che tutte queste persone hanno in comune è che idealizzano, sopravvalutano e credono a tutto quello che il N. racconta loro. Nel momento in cui queste persone iniziano a porsi delle domande, dubitano o si trovano in disaccordo con lui, perdono l’interesse da parte del N. e smettono di essere sua fonte di nutrimento. I Figli del N. sono la sua fonte basilare…ci sono sempre, hanno i suoi geni, lo rispettano senza metterlo in discussione e…caspita!…gli assomigliano pure un poco.

Il padre narcisista:
i padri narcisisti vedono i loro figli semplicemente come un’estensione di loro stessi. L’aspetto, il comportamento, le scelte, gli amici e le attività dei loro figli sono tutte un riflesso del loro essere. Questa situazione spesso include l’aspettativa genitoriale che i propri figli siano perfetti proprio come questi percepiscono se stessi. Non sono in grado di vedere i figli come individui con le loro personali idee, per ovvie ragioni questo diventa altamente distruttivo appena i figli si avvicinano all’adolescenza. Ogni decisione che prendono viene esaminata dal padre narcisista, ogni sogno, idea o cenno di un pensiero indipendente è destituito dal padre N. se non conforme alle sue idee.

La disapprovazione narcisista:

se il figlio di un narcisista sceglie un corso di studio che non rispetta le aspettative come medicina, giurisprudenza o architettura, il padre mostrerà la propria disapprovazione a tutti. Il padre potrebbe spingersi tanto da fingere che il figlio non frequenti l’università.
I suoi studi non sono percepiti come reali perché non sono ciò che gli era stato detto di fare. Potete immaginare dove questo porti. Il figlio è fortemente pressato nella ricerca di un qualsiasi supporto morale o affettivo da parte del padre che però è totalmente incapace di dare. I padri narcisisti sono in grado di approvare solo ciò che rispecchia l’immagine che loro vogliono dare o ciò che li mette al centro dell’attenzione. Certamente se il figlio scegliesse giurisprudenza per i suoi studi il narcisista se ne vanterebbe perché avrebbe su di lui un riflesso positivo.

L’esperienza di una figlia con un padre narcisista dopo il divorzio:
La figlia di un mio amico ebbe il “piacere” di incontrare uno degli amici di vecchia data del padre….la conversazione che ne derivò fu umiliante. L’uomo le chiese perché avesse lasciato l’università ed il perché di tanti tatuaggi. Quando lei spiegò di non aver lasciato l’università ma di frequentare i corsi serali lui le rispose che quei corsi non erano reali ( senza valore). È interessante notare che il padre le aveva detto esattamente la stessa cosa il fine settimana precedente. Questo esempio mostra quanto tossico può essere il narcisista e quanto influenza chi gli sta intorno, in questo caso l’amico. La conversazione lasciò la ragazza con una sensazione di grande frustrazione. Il padre narcisista può essere estremamente affascinante e divertente. Fino a che i figli sono una fonte di energia per il loro narcisismo allora beneficeranno del suo fascino. L’attenzione del genitore verso i figli può velocemente diventare negligenza e abuso. Una volta diventati adulti infatti cesseranno di fornire energia nel momento in cui cominceranno a contestare le idee del genitore o semplicemente di averne di proprie, anche se questa è una normale fase di crescita di un figlio il narcisista non lo accetterà. Il narcisista chiede ai suoi figli di essere venerato.

Il divorzio e il padre narcisista:
Durante il divorzio la posizione dell’altro genitore è molto difficile. I narcisisti si logoreranno per molto tempo per l’affidamento dei figli, distorceranno la realtà e mentiranno per mantenere la devozione dei figli. In fondo il narcisista è un insicuro, dopo il divorzio la genitorialità diviene un campo di competizione molto popolare: in palio c’è la venerazione dei figli. Il loro ego è vulnerabile e siscagliano contro tutti coloro che rifiutano l’immagine perfetta che hanno di loro stessi.
Se avete chiesto il divorzio, potete scommettere che la loro ira si concentrerà su di voi. Cosi, ciò che inizia come una sorta di possesso può subire un’escalation fino a diventare uno schema distruttivo di alienazione parentale. E’ corretto dire che un genitore narcisista ha più possibilità di fare uso dell’alienazione parentale come metodo di rivalsa rispetto ad un genitore regolare. Ciò che inizia come attenzione continua e possessiva da parte del padre diventa inevitabilmente rifiuto quando i bambini diventano adulti.

Impatto sui bambini con un padre narcisista:
Quando il bambino è sul punto di diventare adulto e spiccare il volo, ci sarà probabilmente un conflitto tra il genitore narcisista ed il bambino. A questo punto, sappiate che vostro figlio sarà esposto all’abuso. Nulla che potrà dire o fare andrà bene per il padre narcisista.
Se il bambino (ora un giovane adulto) non è subito disponibile a soddisfare le richieste del padre sarà soggetto ad abuso che potrà essere verbale, emozionale, mentale e talvolta anche fisico.

Si vedranno le ripercussioni sul bambino in forma di :
– bassa autostima
– stress
– insicurezza
– mancanza di fiducia
Se il bambino non va più bene per il narcisista, allora non è più bravo in niente e ciò gli viene detto apertamente. Il narcisista può spingersi oltre dicendo a tutti coloro disponibili ad ascoltarlo quanto sia disubbidiente e terribile suo figlio .
Quanto male gli ha fatto.

E’ comune sentire il narcisista definirsi come la vittima.
I narcisisti possono addirittura servirsi di altre persone o fonti per “farlo ragionare”.
Ciò crea un’enorme fonte di stress per il bambino poiché viene messo in discussione dalla famiglia e dagli amici che credono ai racconti del narcisista. Ma mitigare le parole terribili del genitore narcisista per poter raccontare la sua storia lascia il figlio adulto sulla difensiva e frustrato. L’autostima e la sicurezza del bambino vengono ulteriormente erose.
E’ importante che voi, in qualità di genitori sani, riconosciate che questo trattamento è abusivo.

Parlare a vostro figlio dell’abuso narcisistico:
Spiegate al bambino che non è responsabile dell’abuso, che non ha fatto nulla di sbagliato e che non merita questo abuso. Ricordate a vostro figlio che è giusto che si difenda da solo. Toglierlo dalla situazione abusante è la chiave per aiutarlo a lottare. Fornite a vostro figlio – qualunque sia la sua età – competenze e tattiche per gestire il genitore narcisista. In casi estremi, il figlio adulto può avere la necessità di allontanarsi dai genitori per poter mantenere uno stile di vita sano e guarire.

Suggerimenti per giovani adulti con padri narcisisti:
– Anticipare il conflitto ed esercitarsi a restare calmi e a mantenere le spiegazioni semplici;
– Imparare il tipo di personalità del vostro genitore narcisista e fare in modo di capire che NON è un problema vostro;
– Tenere basse le vostre aspettative sul genitore;
– Se c’è la necessità di negoziare qualcosa con il genitore narcisista iniziare sempre facendo presente quali sono i benefici per lui;
– Stabilire e mantenere dei confini per diminuire le interferenze emozionali e le prepotenze;
– Va bene dire “no” a vostro padre;
– Sapere quando è ora di andarsene per vivere in maniera sana;
– Mantenere le distanze vi permette di avere una relazione limitata ma migliore con il genitore narcisista;
– Cercare di capire che il chiedere scusa da parte del narcisista è spesso un atto non sincero e che probabilmente gli schemi abusivi si ripeteranno;
– I narcisisti esprimono spesso l’amore con i soldi;

Suggerimenti per i genitori sani
– Amare vostro figlio incondizionatamente
– Essere fonte di supporto morale
– Dare come modello un comportamento normale
– Lodare l’indipendenza e la capacità di prendere decisioni di vostro figlio
– Permettergli di fare degli errori
– Riconoscere l’abuso
– Continuare ad insegnargli l'”etichetta” delle relazioni

narcissistic-mom
E’ importante capire i comportamenti distruttivi del padre narcisista e il loro impatto sui vostri figli. In particolar modo dopo il divorzio , quando il narcisista può diventare ancora più insicuro e abusivo, è importante capire le sfide uniche che dovrete affrontare.
Sapere che quando i vostri figli diventeranno adulti, è probabile che il conflitto con il padre narcisista aumenti.
Riconoscendo che questi comportamenti sono abusivi ed educando vostro figlio su come gestire al meglio il padre narcisista lo aiuterà a superare le continue difficoltà che questa relazione porterà.

La tattica migliore?
Continuare a dare come modello un comportamento parentale normale

 

 

———————————————————————————
Grazie di ❤ per l’amorevole traduzione di Ivana Cariola, Fabia Cordovani e Adriana Bechi.
Fonte: http://divorcedmoms.com/articles/the-narcissistic-father-during-and-after-divorce

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in traduzione, Uncategorized. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Il padre narcisista prima e dopo il divorzio

  1. Elisabetta ha detto:

    Finalmente!!! Questo articolo è preziosissimo, bisogna assolutamente interrompere i danni delle relazioni affettive con una persona narcisista, se il narcisismo è una malattia della relazione come può non essere dannosa per i figli? Che non hanno nessuna possibilitá di scelta o di fuga?Chi si occupa dei ragazzi? I ragazzi vorrebbero una base sicura su cui contare e non avere a che fare con un genitore fragile, distruttivo, infantile di cui preoccuparsi e occuparsi…purtroppo non esistono soluzioni semplici ma i “genitori sani”che si sono fatti carico magari per anni di uno psicopatico hanno il dovere d’informare i loro figli e proporgli un aiuto profassionale ,perché siano uomini e donne diversi che non ripropongono uno schema patologico avvallato però da tutto l’entourage troppo preoccupato di salvare le apparenze e per quanto possa sembrare paradossale tutelare ancora una volta lo psicopatico.

    Liked by 1 persona

  2. Grazie sono veramente ,molto importanti ti aiuta a capire ,e ad andare avanti ,mio ifglio suo padre ,e cosi ama se stesso,ha fatto di tutto per rovinarci ,io e mio figlio ,dopo il divorzio,qui in Francia ,lui e Fr.sono patrioti anche sui minori ,hanno dato al padre,e me mi hanno escluso,cosi abbiamo subito altre violenze,ma avendo fede ,e amore e onestà ,ci siamo fatti umiliare ,trattarci male fino che mio figlio minore non cé la fatta ,e si e ammalato ,e nessuno lo curava ,e stata dura ,son tre anni che sotto cura ,

    Mi piace

  3. Sabrina D'Amato ha detto:

    Tutti buoni propositi e indicazioni interessanti e valide, quelle nell’articolo, ma nel mio caso inefficaci (scusate il mio sarcasmo). La mia domanda è:
    come si fa a tutelare i propri figli da padri narcisisti, manipolatori e bugiardi, se poi la legge non li tutela?
    E ancora:
    Come si può proteggerli se il padre narcisista te li manipola contro e nessuno lo vede tranne te che continui ad apparire come quella che sbraita?
    Come si può se nemmeno gli/le psicologi/ghe sono capaci di riconoscere tale narcisismo, devastando le vite di individui che non sono ancora in grado di difendersi da soli?
    La mia risposta, dopo anni e anni di denunce, di lettere, di abusi, è: Non si può.
    Quei figli sono figli destinati a pagare per tutta la vita, in un modo o nell’altro.
    Quei figli dovranno fare scelte dolorosissime per non sapere come contrastare il narcisista.
    Quei figli arriveranno a disconoscere la propria madre eventualmente, per paura che l’altro genitore possa farli sentire inadeguati e resteranno in silenzio pur sapendo che la madre viene annientata.
    Con questo, posso serenamente affermare/confermare che non sono solo i padri, ma anche le madri possono essere narcisiste e riuscire ad annientare la credibilità di un/una figlia nel momento in cui non si dovessero omologare a lei.
    Siamo certamente tutti esseri imperfetti, commettiamo tutti degli errori, eppure ci sono persone che sono capaci di riconoscerli e farne lezioni di vita, mentre altre invece non lo faranno mai, pretendendo sempre di essere dalla parte del giusto. E come smentirle quando è la legge stessa a dar loro man forte?

    Mi piace

  4. Beatrice ha detto:

    Mi quoto in pieno,purtroppo piena di dolore,al commento di sabrina.
    L’articolo è veramente esaustivo e di questo vi ringrazio.
    Ma è dolorossisimo confermare giorno dopo giorno, mesi ed anni che la speranza che una aveva di salvare il figlio in primo luogo e se stessa dal NP con il divorzio, ahimè non fa che peggiorare tutto.
    Io mi chiedo soltanto come fanno a NON VEDERLO psichiatri CTU assistenti sociali e via discorrendo? ??!!! E TERRIBILE x una madre sana (fatta a pezzi ma che si alza e rialza dalle proprie cenere stavolta non più x salvare se stessa,nonostante anoi ed anni con un NP ti logorano minimo la salute fisica. Io adesso soffro ancora di più perché mi sento impotente x difendere mio figlio…
    Denuncie mai prese in considerazione
    Apelli ad enti ecc
    Come possiamo salvarli?c’è una speranza che non devono passare per l’inferno che abbiamo vissuto noi?
    Io prima come figlia di padre NP e non solo.
    Dopo come moglie di un demone travestito d’angelo
    Ora come ex moglie e madre di un bambino di 8 anni
    X favore diteci cos’altro possiamo fare
    Io sono disperata e piena di colpa x aver dato a mio figlio un padre così
    Beatrice

    Mi piace

  5. Maria Cantalamessa ha detto:

    Sembra facile e banale. Smascherare questi individuomini pur andando a constatare quei danni che palesemente e subdolamente causano ai propri figli. Non esiste nella mia esperienza una figura professionale valida in grado di identificarli, non esiste tutela giuridica ne’ per i figli ne’ per le mamme, anzi solitamente le prime imputate sono proprio essere stesse.. intanto i danni rimangono e la legge continua a farsi garante di una tutela che esiste solo nei loro conto in banca.VERGOGNA perenne a istituzioni mercenarie

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...