SENZA POLVERE SENZA PESO

Ai miei maestri immensi

Giorno d’aspromonte dove salgo
caricata con un peso un peso
che non si appoggia. Giorno
del mio stretto di magellano nel petto
con quel boccone che non s’inghiotte.
Giorno della testa poggiata alla mano.

Usciamo. Chiediamo che passi
tutto lo star male. A chi chiediamo?
Alla vigna che è tutta
uno scoppio di foglie nuove
al ramo dell’acacia con gli spini
all’edera e all’erba
sorelle imperatrici che sono
manto disteso e potentissimo trono.

E che cosa chiediamo?
Una piena falcata d’amore,
una giusta battaglia, aculei nella voce,
narcisi e rose

essere radiosonda
del niente che trasforma
il trascendente in cose.

senza-peso-island-blossom

Mariangela Gualtieri

 

Giulio Einaudi Editore, Torino 2006

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized, Vitamina per l'Anima. Contrassegna il permalink.

Una risposta a SENZA POLVERE SENZA PESO

  1. Marti ha detto:

    Buongiorno.
    Io sono stata per anni con un narcisista ma mentre stavamo assieme non l’avevo capito. Lui mi sembrava solo troppo in gamba, troppo bello, troppo intelligente per me! è sembre stato anni luce e io sentivo di non poter neanche ambire a raggiungerlo! gli ero solo grata per il fatto che “si abbassasse” a stare con una come me. Poi un giorno, dal nulla mi ha lasciata, per un’altra ovviamente..lei più trasgressiva, più giovane, più divertente, più.. più.. più.. di me!
    Capirete, ho toccato il fondo..e stavo per andare anche più in basso!
    A distanza di anni è tornato, all’inizio l’ho guardato con sospetto.. poi lusinghe, attenzioni e via dicendo e sono caduta di nuovo!
    Sono mesi che continua a farsi vivo..quando ne ha voglia lui ovviamentei..io non ho voce!
    Ora sono a pezzi ma nn riesco a dirgli di non farsi più vivo, lui viene, ha quello che vuole e poi va via! tra un incotro e l’altro si dedica a “sentire qualche amica”, come dice lui… “nulla di serio” mi dice..
    E io, consapevole ma totalmente impotente, continuo a tollerare tutto questo, l’intollerabile! solo a scriverlo mi vergogno di me stessa!
    ora mi domando, tra i due chi è che veramente quello malato?
    Lui che passa da una ragazza all’ altra, da una festa all’altra senza perdere mai il sorriso o io che non c’è un in cui non soffra come un cane per quello che a cui sto condannando me stessa?
    Davvero il mostro è lui? ma i mostri non erano brutti, spaventosi e con la bava alla bocca? perchè questo invece è bello, sorridente e sempre al top!
    Io onestamente non so più chi sono, non so più cosa sia bene e cosa male, non riesco più a vedere la differenza tra buoni e cattivi..
    Non ho più un solo punto fermo!

    "Mi piace"

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...