I legami che soffocano – Rilasciare le relazioni tossiche

“Il vostro compito non è quello di cercare l’amore, ma solamente di cercare e trovare tutte le barriere che dentro di voi avete innalzato contro di esso” ~ Rumi
rumi

I rapporti tossici si presentano in tutte le forme e possono essere dannosi in molti modi, ma offrono anche una grande opportunità di crescita e di apprendimento.

È mettendosi nell’atteggiamento mentale della crescita che possiamo cominciare a esplorare e risolvere i problemi legati alle relazioni tossiche al fine di liberarci e superarle. Non è facile, perché la tossicità di queste relazioni può essere paragonata a una goccia di inchiostro che da sola è capace di contaminare un intero pozzo, questo tipo di abuso lascia la sua tossicità a livello cellulare, proprio come una reazione allergica. L’avvelenamento del pozzo ci lascia con una sensazione “di contaminazione” e in un circolo vizioso di sofferenza che passa attraverso la negazione, la ricerca di una risoluzione, la rabbia e il dolore – un circolo che non potrà mai portare all’Accettazione che cerchiamo nella forma di Amore incondizionato.

Guardando la situazione da una prospettiva più ampia, nessuno ha il “permesso” di contaminare il nostro campo energetico se non glielo permettiamo.

Tuttavia, a volte, quando queste relazioni nascono nell’infanzia prima ancora dei nostri primi ricordi coscienti o di quando abbiamo imparato parlare, questa tossicità può annidarsi a livello cellulare. Allora, può diventare una sfida, imparare a separare la propria “energia” dall’energia della relazione tossica, per questo è importante comprendere come lasciare andare e /o vivere il rapporto in un modo nuovo e diverso.”

Se a livello energetico non si è mai vissuta l’esperienza dell’Amore Incondizionato, allora ci si può facilmente illudere di aver trovato “l’amore”, ma nella maggioranza dei casi ci si renderà conto di aver trovato l’opposto ritrovandoci con sensi di colpa, vergogna, timore uniti alla sensazione di non meritare di essere amati. Questo succede soprattutto se durante l’infanzia abbiamo subito una qualche forma di abuso e non abbiamo mai provato la sensazione di essere Amati incondizionatamente. Come possiamo sapere di aver davvero trovato qualcosa, se non l’abbiamo mai sperimentato?

Le nostre relazioni sono lo specchio della nostra percezione di noi stessi – del nostro valore – e, quando oscilliamo fra la tossicità e l’“amore”, ci troviamo veramente in una situazione malsana. La tossicità si manifesta soprattutto con l’ostilità, l’aggressività, i conflitti, i litigi, il giudizio, e la critica.

La Consapevolezza che tendiamo a ottenere da questo tipo di relazione di solito arriva dalla negatività dell’esperienza piuttosto che dal suo esito positivo e pieno d’amore.

Come un drogato in cerca di eroina, ci ritroviamo in una situazione di dipendenza che alterna momenti esaltanti quando le cose vanno bene a quelli deprimenti quando la situazione precipita.

Ci ritroviamo spesso a provare ad “aggiustare” la relazione e /o a cercare di comunicare con l’altra persona, sempre però dovendoci difendere dal “giudizio” alla base del rapporto- il giudizio dell’altro ma anche il nostro per esserci messi in una simile situazione.

In questo tipo di relazione di solito entrambi i partner portano con sé un grosso carico di “non assunzione di responsabilità” (defezione) e proiezioni cioè proiettano le loro emozioni sull’altro quando quelle emozioni sono in realtà frutto del loro Ego. Questo schema è grottesco in quanto loro sfuggono o rinnegano proprio le emozioni che stanno proiettando sull’altra persona. È veramente un ciclo difficile da interrompere.

Queste relazioni, infatti, ci distraggono dal concentrarci su noi stessi e dal trovare quella parte che dolorosamente manca al nostro completamento. È necessario avere la volontà di ricercare la consapevolezza e di identificarsi con i propri schemi, per poter guarire e diventare Completi.

Dobbiamo ricordare che esistono altre dipendenze, oltre a quelle da “sostanze”, e il fatto che qualcosa ci sia familiare non significa che ci faccia bene.

Tutto inizia dentro di noi.

Il perdono è la chiave per qualsiasi tipo di relazione che sia in crisi o che stia finendo. Tuttavia, aver scoperto l’arte del perdono non significa necessariamente che possiamo continuare a restare in quel rapporto senza essere vulnerabili. Sarebbe come provare a mischiare l’olio con l’aceto.

Innanzitutto, dobbiamo riconoscere e imparare a separare ciò che noi stiamo mettendo in gioco da ciò che l’altro sta mettendo in gioco. Poi, dobbiamo realizzare che tutti meritiamo l’Amore Incondizionato e, se da un punto di vista energetico la relazione è tossica, potremmo non avere altra scelta se non quella di andarcene con l’Amore e la Gratitudine nei nostri cuori.

La chiave è la profonda comprensione del fatto che anche se talvolta non otteniamo da certe persone quella relazione che avevamo sempre desiderato nella nostra vita, c’è comunque un senso in quell’incontro.

Al fine di manifestare l’Amore Incondizionato nelle nostre vite dobbiamo essere pronti a riceverlo, non importa in quale forma si manifesti.

Spesso, quando una relazione non va come avremmo voluto, tendiamo ad attribuire a noi stessi e alla relazione la responsabilità di aver fallito in Amore. Questa è soltanto una questione di prospettiva e può essere cambiata se ci permettiamo di lasciare andare tutte le condizioni e le aspettative attorno alla relazione, guardando, nel contempo, il rapporto come un’opportunità per rimuovere i blocchi che ci impediscono di trovare l’Amore Incondizionato nella forma in cui lo desideriamo. Tutto ciò che cerchiamo può essere trovato dentro di noi, per questo è importante creare barriere, a livello energetico e non solo. Ricorda, nessuno può ferirti emotivamente senza il tuo permesso perciò è importante usare l’Intento per creare una separazione. Questo può essere fatto dichiarando a noi stessi che quella persona non ha più il nostro permesso di parlare o di agire in un certo modo, dal momento che non ha a cuore il nostro benessere; questa dichiarazione dovrebbe essere fatta anche a livello spirituale e/o tramite meditazioni ecc…

Il proposito di creare una separazione (un confine energetico) è fondamentale perché la tossicità spesso si presenta come un processo cronico in cui la nostra consapevolezza lentamente si offusca. La confusione è creata anche dal fatto che di solito la relazione all’inizio appare felice e solo progressivamente diventa ingestibile, lasciandoci con il dubbio su quando e che cosa sia andato “storto”. Questa è esattamente la ragione per cui restare nella negatività non può portarvi al rapporto d’amore che cercate.

Nell’arte del Bushido è chiesto al vero “guerriero” di vivere con Gratitudine ogni occasione in cui può vedere una sua debolezza, perché ciò gli può permettere, volendolo, di rafforzare la propria armatura. Una relazione tossica ci dà la stessa opportunità di Crescita e Gratitudine. Ma per farlo, dobbiamo sganciare la nostra energia da quella dell’interazione tossica e trasformarla, in modo da sciogliere tutti i legami che ci tengono imprigionati.

gheishasamurai
Ricordate che tutti meritiamo una Relazione d’Amore Sana. Indipendentemente dal tipo
di relazione in cui vi trovate oggi, per favore, ricordate che siete Meravigliose, Degne, Amate.

————————————————————————————–

articolo di: Jennifer Deisher 
fonte: http://earthweareone.com/the-ties-that-bind-releasing-toxic-relationships-2/

un grazie di cuore a chi ha reso disponibile la lettura traducendo e riadattando questo articolo dall’inglese all’italiano. In particolare a Patrizia M., Rita de Leo e Virginia

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in traduzione e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a I legami che soffocano – Rilasciare le relazioni tossiche

  1. ines ha detto:

    assolutamente perfetto

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...